______________________________________________

Il rapporto tra l'alfabetismo e l'analfabetismo è costante, ma al giorno d'oggi gli analfabeti sanno leggere. Eugenio Montale

luglio 29, 2008

Per conoscere l'arte, andate a letto con l'artista


Come rendere l’arte contemporaneamente più ludica e accessibile? Andando a letto con un artista. Simbolicamente sia chiaro: Au lit avec mon artiste è infatti solo il titolo di un progetto lanciato da un gruppo di artisti francesi – per ora hanno aderito in tredici, diversi come stile e tecnica – in cerca di committenti. In che modo? Offrendo le loro prestazioni su Internet. Su “dernier-avertissement.com , infatti, è possibile vederne le opere ed eventualmente ingaggiarli per un periodo che va dall’ora al weekend. Tempo che l’artista (pittore, scultore, fotografo o musicista che sia) e il committente trascorreranno insieme per studiare la realizzazione di un’opera d’arte personalizzata. “un modo” spiega Stéphanie Brivois, direttrice artistica del progetto, “per eludere la mediazione delle gallerie d’arte, abbattere i costi, e tornare al vecchio concetto di mecenatismo”.
Non a caso, nel tariffario più o meno popolare, è previsto anche vitto e alloggio (e se artista e committente finiscono a letto insieme davvero, affari loro) . I prezzi variano a secondo della tenica, ma anche della disponibilità richiesta: se un’opera realizzata durante un incontro fugace di un’ora costa una cinquantina di euro, quella prodotta in un fine settimana sui tremila
Gli artisti coinvolti sono giovani, ma non esordienti, tutti in qualche modo già quotati. I primi a essere contattati, e ad aver creato un’opera dopo un incontro, sono stati Charlotte Fuillet, Mélanie Poinsignon, Irina Rotare, Wilson Trouvé, Olivier Larivivière e Olivier Rebufa.“Di solito” dice quest’ultimo “non sappiamo nemmeno il nome di chi compra le nostre opere. Così, invece, possiamo creare qualcosa di veramente empatico.


di Anna Lombardi per "Il Venerdì"

Nessun commento: