______________________________________________

Il rapporto tra l'alfabetismo e l'analfabetismo è costante, ma al giorno d'oggi gli analfabeti sanno leggere. Eugenio Montale

ottobre 09, 2008

Salone internazionale del gusto 2008


viaggio ha il suo punto di partenza. Quello del Salone del Gusto è una Strada Maestra, che accompagna per mano il visistatore-viaggiatore, attraverso quello che incontrerà nella kermesse torinese. Non è infatti una fiera del mangiar bene, ma anche– soprattutto – un luogo in cui imparare a scegliere un prodotto alimentare, conoscendone la storia, l’impatto sulla salute del consumatore e sull’ambiente, l’importante ruolo del produttore: per dare il giusto valore al cibo. E perché è importante farlo.La passaggiata in questa Strada Maestra (pad. 2) è allora come un seme. Che viene piantato nel visitatore-consumatore e che una volta a casa deve essere coltivato per svilupparsi, germogliare e crescere. Perché la consapevolezza di poter vivere – e soprattutto di poter fare qualcosa di concreto per vivere – in un mondo più buono, più pulito e più giusto deve diventare una piacevole abitudine.Il Salone del Gusto e Terra Madre 2008 tracciano il punto di partenza per un cammino evolutivo pluriennale che ribadisce così il ruolo innovatore e la funzione educatrice che le kermesse hanno avuto fin dalla loro prima edizione.
Attraverso un percorso guidato, tra pannelli ed esperienze sensoriali, si può scoprire il mondo che sta dietro a quello che mangiamo, e si può imparare a “valutarlo”. Da come si coltivano cereali e frutta e si allevano i bovini, a come si legge un’etichetta: essere co-produttori significa essere consumatori responsabili e attenti, parte integrante del processo produttivo del cibo.


Torino dal 23 al 27 ottobre 2008
Salone Internazionale del Gusto
Lingotto Fiere e Oval

Terra Madre
Oval e PalaOlimpico (Isozaki)

Ingresso al pubblico:
via Nizza, 280

Info e aggiornamenti del programma:
Tel. 0172 419 611

Nessun commento: