______________________________________________

Il rapporto tra l'alfabetismo e l'analfabetismo è costante, ma al giorno d'oggi gli analfabeti sanno leggere. Eugenio Montale

novembre 12, 2010

Otto nuovi film in sala. Bob nel remake di Stanno tutti bene.

Un fine settimana con otto proposte cinematografiche: cartoon, thriller, film drammatici e biografici. Quattro pellicole italiane e due che omaggiano il nostro Paese, ampio menu per famiglie e appassionati.

Devil

Uno dei film più attesi della stagione è certamente Devil, il primo film della trilogia di The Night Chronicles, prodotta da M. Night Shyamalan, recentemente sul grande schermo per L’ultimo dominatore dell’aria. All’interno di un ascensore restano intrappolate cinque persone, un addetto alla sicurezza, un’anziana cleptomane, un venditore di materassi, un’ereditiera e un ex militare.
I cinque non si conoscono fra loro e quando la situazione sembra andare oltre il semplice guasto tecnico, la tensione inizia a farsi sentire. Soprattutto nel momento in cui, a causa di un apparente guasto tecnico, improvvisamente rimangono al buio e uno di loro viene misteriosamente ferito. Sarà solo il primo di tanti incidenti ogni volta che la luce verrà staccata. Chi li osserva da fuori in camera di sicurezza inizierà a sospettare che uno di loro non sia quel che dice di essere. Forse il diavolo? Pauroso.

Regista: Drew Dowdle, John Erick Dowdle; Genere: Thriller (Usa 2010); Attori: Logan Marshall-Green, Bojana Novakovic, Geoffrey Arend, Chris Messina, Caroline Dhavernas, Jacob Vargas, Bokeem Woodbine, Matt Craven, Jenny O'Hara, Kim Roberts

Stanno tutti bene

Giunto alla pensione, Frank Goode si guarda intorno e scopre che una vita passata a lavorare per mantenere la famiglia non ha prodotto i risultati sperati, perché alla morte della moglie si ritrova solo, con i figli lontani e con poca voglia di vedere un padre burbero e per troppo tempo assente. Ma Frank non si lascia demoralizzare e parte in un viaggio in cui andrà a trovare ognuno di loro, sconvolgendone vita e la propria. Tutto per accertarsi che “stanno tutti bene”.
È stato scelto niente meno che Robert De Niro per interpretare il ruolo che fu di Marcello Mastroianni. Stanno tutti bene, infatti, è il remake dell’omonima pellicola di Giuseppe Tornatore uscita in Italia nel 1989. Eppure nemmeno questo è bastato per spingere il film in alto nelle classifiche di vendita: in America ha incassato poco meno di 9 milioni di dollari. C’è da aspettarsi tuttavia che la tenera interpretazione di De Niro venga più apprezzata nel Belpaese. Affettuoso.

Regista: Kirk Jones; Genere: Commedia, avventura, drammatico (Usa 2009); Attori: Robert De Niro, Drew Barrymore, Kate Beckinsale, Sam Rockwell, Lucian Maisel, Damian Young, James Frain, Melissa Leo, Katherine Moennig, Brendan Sexton III

Noi credevamo

Presentato in Concorso Festival di Venezia 2010, la pellicola di Martone è liberamente ispirata a vicende storiche realmente accadute e all'omonimo romanzo di Anna Banti. Attraverso lo sguardo di tre giovani meridionali, il film racconta alcune tappe fondamentali del Risorgimento che hanno portato all’unità d’Italia. Dalla repressione dei moti del 1828 a quelli del 1834, fino all’affiliazione alla Giovine Italia di Mazzini. Attraverso quattro episodi, i destini dei tre giovani si divideranno fino a contrapporsi. Una perfetta metafora del travaglio per la nascita di una nazione unita. Il film esce, probabilmente non a caso, quando in tutta Italia già iniziano a fiorire le iniziative per i festeggiamenti del 150esimo anniversario dell’unità d’Italia. Purtroppo, però, solo 30 sale hanno acquistato la pellicola, perciò saranno davvero pochi quelli che avranno la possibilità di vederlo. Storico.

Regista: Mario Martone; Genere: Drammatico, storico (Italia 2010); Attori: Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco, Francesca Inaudi, Andrea Bosca, Edoardo Natoli, Luigi Pisani, Andrea Renzi, Renato Carpentieri, Guido Caprino, Ivan Franek, Stefano Cassetti

Porco rosso

Diciotto anni dopo essere stato creato, arriva sul grande schermo un piccolo gioiello di Miyazaki, che da solo ha interamente scritto anche il soggetto. Negli anni Trenta, nella pausa fra le due guerre, un eroe può anche essere un aviatore ribelle e deformato da un oscuro incantesimo fino ad assumere le fattezze di un maiale.
In sella al suo biplano rosso, Marco Pagot, in arte, appunto, Porco rosso, fa dei cieli sopra l’Adriatico il suo campo d’azione in cui combatte fascisti della prima ora e pirati. Ma il cacciatore di taglie solitario fa troppo bene il suo lavoro e i pirati del cielo decidono di eliminarlo una volta per sempre. La pellicola è una perla che il regista giapponese regala all’Italia, non solo ambientando qui la sua storia, ma anche omaggiando i fratelli Pagot, pionieri dell’animazione made in Italy e padri di Calimero. Avventuroso.

Regista: Hayao Miyazaki; Genere: Animazione (Giappone 1992); Attori (voci): Shûichirô Moriyama, Tokiko Kato, Sanshi Katsura, Tsunehiko Kamijô, Sanshi Katsura, Akemi Okamura

Ti presento un amico

Se sei single, con una buona posizione e sei pure belloccio, è normale che le donne ti cadano ai piedi. Eppure il protagonista di Ti presento un amico sembra stupirsene ogni volta. E le donne che inguaieranno il bel Marco saranno ben quattro. Ma lui, con una promozione che lo porterà da Londra a Milano, ha il cuore spezzato dall’ultima fiamma e un obiettivo da portare a termine: licenziare i rami secchi dell’azienda.
Anche se si tratta delle sue amate donzelle. Raul Bova torna a lavorare con i fratelli Vanzina, Carlo alla regia ed Enrico alla sceneggiatura, dopo Piccolo grande amore girato 17 anni fa. La reunion ha un comune obiettivo: dimostrare che i Vanzina non sono fanno solo cinepanettoni, e che Bova può permettersi commedie più brillanti e meglio confezionate di quelle di mocciana memoria. Leggero.

Regista: Carlo Vanzina; Genere: Commedia (Italia 2010); Attori: Raoul Bova, Kelly Reilly, Barbora Bobulova, Vanessa Hehir, Martina Stella, Tanja Ribic, Sarah Felberbaum

La scuola è finita

«La scuola è finita» spesso è un grido di liberazione. Quello dell’ultimo giorno di scuola, di alunni e professori. In questo lavoro di Jalongo, invece, vuol dire molto altro. L’istituto Pestalozzi si trova nella periferia povera della capitale e racchiude gli stereotipi di alunni svogliati, disinteressati, annoiati ma in cerca di emozioni diverse. Di quelle che possono essere fornite, sotto forma di pasticche, da quelli come Alex Donadei.
Proprio nella sfida per recuperare questo caso disperato, figlio della povertà e del disinteresse dei genitori e di una società emarginante, si sviluppa la storia dei professori Quarenghi e Malarico, diversi ma animati dalla stessa voglia di riscatto. Il rischio però sarà quello di trascinare il ragazzo nelle proprie vite pur di non far vincere “all’altro” la sfida di un recupero sociale impossibile. La pellicola era in concorso alla Festival del cinema di Roma. Incompleto.

Regista: Valerio Jalongo; Genere: Drammatico (Italia 2010); Attori: Valeria Golino, Vincenzo Amato, Fulvio Forti, Cecilia Broggini, Luciano de Luca, Roberta Fossile, Marcello Mazzarella, Paola Pace, Antonella Ponziani, Silli Togni, Marco Zangardi

The social network

Prima di diventare il miliardario più giovane della storia, Mark Zuckerberg è stato un ragazzo prodigio di Harvard. Chiuso nella sua stanzetta all’università, al riparo da delusioni amorose e frustrazioni sociali, il genietto dei computer ha prima violato i sistemi di sicurezza del campus mettendo online tutte le foto delle studentesse per eleggere la più bella, e poi ha dato vita a quello che sarebbe diventato il social network per definizione in tutto il mondo: Facebook.
Popolarità, successo e una valanga di soldi, però, non lo terranno lontano da invidie e cause di plagio. Il soggetto del film, una vera e propria biografia, si basa sul libro The Accidental Billionaires di Ben Mezrich. In America è diventato immediatamente campione di incassi con 23 milioni di dollari nella prima settimana di programmazione a ottobre, arrivando finora a totalizzarne 46 e con diverse settimane di permanenza in testa alla classifica del botteghino. Popolare.

Regista: David Fincher; Genere: Biografico (Usa 2010); Attori: Jesse Eisenberg, Andrew Garfield, Rashida Jones, Joseph Mazzello, Brenda Song, Justin Timberlake, Rooney Mara, Adina Porter, Malese Jow, Max Minghella

Unstoppable – Fuori controllo

Il vero protagonista del film è il treno, enorme e potente e lanciato a tutta velocità per un errore umano. I due nuovi colleghi, molto diversi per temperamento e anni di esperienza, si ritroveranno con una tranquilla giornata di lavoro a Fuller Yard Wilikins, in Pennsylvania, trasformata nel loro peggiore incubo.
A causa di un errore umano, dovuto alla fretta e alla disattenzione di un collega, il nuovo super treno 777 si trasformerà ben presto in un mega proiettile lanciato contro un’area della città densamente popolata. E quando nemmeno tutti i sistemi elettronici di ultima generazione saranno bastati a fermarlo, ecco diventare necessario un atto eroico, anche estremo, dei due uomini. La trama si basa su fatti realmente accaduti. Un film che avremmo rischiato di non vedere a causa dei continui tagli alla produzione causati dalla crisi che hanno ridotto all’osso il budget e messo in pericolo il compenso stellare dei due protagonisti. Adrenalinico.

Regista: Toni Scott; Genere: Azione, drammatico, thriller (Usa 2010); Attori: Denzel Washington, Chris Pine, Rosario Dawson, Ethan Suplee, Kevin Dunn, Kevin Corrigan, Jessy Schram, Elizabeth Mathis, Lew Temple

di Silvana Salvadori Lettera43

Nessun commento: